Shopping       Add to Google

Salute e Benessere

 
Fai di Beltade.it la tua Home Page
Aggiungi Beltade.it ai Preferiti

powered byGoogle

Web

Beltade

venerdì 14 agosto 2020
   ARCHIVIO CATEGORIE


   SPOT

Tipicoshop.it prodotti tipici regionali al giusto prezzo
   LE ALTRE NEWS

Effetto "placebo"

Bimbi Vegani

Il massaggio energetico in età pediatrica 

Ritrovare respiro e salute nelle viscere della Valle più a nord d’Italia

Il massaggio di coppia

Le controindicazioni delle diete dimagranti iperproteiche

Vai alla pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 [29] 30 31 32

Il massaggio di coppia

Stampa!

L’Arte del massaggio
L’arte del massaggio è una forma di terapia antica, nata insieme all’uomo e legata alla necessità di toccare un punto dolente del corpo, ad esempio una bruciatura o una contusione.
Un litigio o un momento di tensione con il proprio compagno richiederebbero un momento di riflessione teso al recupero del giusto equilibrio; immergersi in un bagno caldo o regalarsi un momento speciale, un massaggio... magari di coppia costituiscono valide ed efficaci soluzioni.

Ma come e perché il massaggio di coppia riesce a far ritrovare l’armonia tra i partner? Durante il massaggio si stabilisce un contatto stretto, profondo e intimo tra colui che riceve e colui che massaggia; le mani percepiscono le vibrazioni del corpo del proprio compagno, esternandone così la parte più profonda, più intima e preziosa. È il momento, quasi magico, dell’incontro di energie diverse.

Preparazione di un nido per il massaggio
È di notevole importanza la preparazione del “nido del massaggio”; probabilmente è più semplice e naturale per la donna, ma anche l’uomo può essere parte attiva esternando quella parte delicata e sensibile che noi occidentali chiamiamo Energia femminile, i cinesi Yin e gli indiani Shakthi.

Scegliete un ambiente caldo e tranquillo, senza telefono né televisore, possibilmente chiuso da una porta. Evitate, in pratica, qualsiasi elemento di disturbo.
Per chi non è attrezzato con un lettino estetico, un materassino, un tappeto con cuscini o un tatami sul pavimento andranno ugualmente bene, usando l’accortezza di avere a portata di mano una coperta morbida e calda da utilizzare durante il trattamento o alla fine del massaggio.

Una musica dolce ed evocativa genererà una diffusa sensazione di benessere; non per nulla gli antichi consideravano il suono come un dono degli Dei all’uomo. Anche nella Bibbia (1 Samuele 16,23) si parla dell’uso della musica a scopo terapeutico: “ E cosi, ogni qualvolta il cattivo spirito venuto da Dio investiva Saul, Davide prendeva la cetra e si metteva a suonare, Saul si calmava e stava meglio, poiché lo spirito maligno si ritirava da lui e lo lasciava in pace”.
Accendete un bastoncino di incenso o utilizzate alcune gocce d’olio essenziale per purificare e odorare l’ambiente, reso così più accogliente e colmo d’amore e di comprensione.

Le manovre
Ogni massaggio presuppone un’intensa comunicazione tra chi lo fa e chi lo riceve; si deve essere sempre presenti e in sintonia con le manovre eseguite. Se, per esempio, si procede a un’ondulazione, bisogna prima crearla dentro di sé, magari visualizzando l’onda del mare, sentirla e viverla con ogni singola parte del proprio essere. Solo allora è possibile trasmetterla attraverso le mani.

Qualsiasi manovra deve essere praticata in modo leggero, fluido e armonico: le mani devono scorrere liberamente, legando ogni movimento al seguente e senza mai spezzare il contatto.
È fondamentale percepire le reazioni di chi riceve il massaggio ed adeguare ad esse manualità e manovre; una respirazione lenta e sincrona, tra l’altro, contribuisce notevolmente all’armonia generale.

Sfregamento Palmare: mani ben aperte, distese, rilassate e morbide. Create sfregamenti o accarezzamenti in tutto il corpo, prestando attenzione alla pressione (che potrà essere leggera, media o pesante) e alla velocità (lenta, media o veloce) scelte in base alla tipologia ed alla condizione psicofisica del ricevente.

Sfregamento a Nocche: chiudete le mani a pugno, rilassate spalle e avambracci e fate scorrete le nocche lungo il corpo, prestando attenzione a non trattare le sporgenze ossee (gabbia toracica, ginocchia, caviglie, gomiti…); la pressione e la velocità saranno tendenzialmente leggere o medie.

Sfregamento con Avambracci: appoggiate dolcemente gli avambracci sulla zona da trattare e muovetevi liberamente; questa manualità consente un contatto pieno, ampio e profondo in quanto l’operatore e ricevente sono fisicamente molto vicini.

Ondulazioni: appoggiate le mani, ascoltate voi stessi, create “l’onda” dentro di voi e liberatela all’esterno, rispettando ogni segmento del corpo, avendone cura come una madre col proprio cucciolo. Una sorta di danza colma d’affetto e di calore.

Oli essenziali e sinergie
Gli oli essenziali sono estratti da piante, radici, foglie o frutti e possono essere definiti “l’anima” della pianta. Gli oli essenziali sono preziosi e Madre Natura li elargisce a piccole dosi (per ottenere un litro di olio di rosa, ad esempio, occorrono ben due tonnellate di petali).

Prima di eseguire un massaggio è indispensabile diluire le essenze profumate in olio vegetale (mandorle dolci, jojoba, nocciola, canapa…), diluizione che va dall’uno al tre per cento.

Gli oli essenziali si suddividono in tre categorie:
- Le note di testa, chiamate anche “essenze spirituali”, sono molto leggere, volatili e frizzanti, con odore intenso ed aroma aspro, fresco e agrumato. Ne fanno parte limone, arancio, bergamotto, eucalipto, salvia, salvia sclarea, tea tree. Agiscono sul 6° e 7° Chakra.
- Le note di cuore, chiamate anche “essenze animiche”, hanno una volatilità media, odore delicato e dolce. Sono molto utili nei massaggi di coppia perché agiscono a livello emotivo, sul cuore e sui sentimenti, aiutano a rilassare e inducono felicità, serenità e gioia. A questo gruppo appartengono lavanda, cannella, issopo, menta piperita, camomilla… Agiscono sul 3°, 4° e 5° Chakra.
- Le note di base, chiamate anche “essenze corporee”, hanno volatilità minima, bassa vibrazione, ma persistono più a lungo rispetto alle altre. Tra questi oli troviamo ylang-ylang, gelsomino, incenso, rosa, sandalo… Ottimi per i massaggi di coppia, agiscono sui Chakra bassi, 1° e 2°, collegati alla sessualità, alla creatività , all’accettazione e alle emozioni.

Per creare una sinergia personalizzata di profumi ed ottenere una fragranza equilibrata vengono spesso miscelate essenze di tutte le note; non esiste, comunque, un protocollo assoluto, mentre è spesso azzeccato scegliere la profumazione seguendo l’intuito o facendo scegliere a “ naso” al ricevente.

Un grazie per la collaborazione a LUMEN, Il Giornale della Natura


SPOT

 | Contacts | Credits | Info | Dicono di Noi | Pubblicità | Disclaimer | Comunicati Stampa | Newsletter |

Tutto il materiale presente in questo sito è Copyright 2000-2007 Info4U s.r.l.. È vietata la riproduzione anche parziale.
Info4U s.r.l. declina ogni responsabilità per inesattezze dei contenuti e per dati non aggiornati.


123553